Questo sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, o interagendo con questo sito web, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni vai alla pagina Cookie Policy.

  • hedeaer home8
  • hedeaer home10
  • hedeaer home3
  • hedeaer home1
  • hedeaer home2
  • hedeaer home9
  • hedeaer home4
  • hedeaer home6
  • hedeaer home5
  • Adotta una Cicogna

    Sostieni il ritorno della cicogna in Calabria

     

    Fjord Image
  • Sostienici

    Tutto ciò che riusciamo a realizzare per l’ambiente e gli animali è reso possibile grazie al solo sostegno di persone amanti della natura.
    Fjord Image
  • SOS Animali feriti

    Se trovi un uccello o un altro animale in difficoltà...
    Fjord Image

Fjord Image

Sostienici

Read more

CICOGNA BIANCA, RICOSTITUITA LA COPPIA IN VALLE CRATI

COMUNICATO STAMPA

Dopo un lunghissimo viaggio migratorio, una femmina di cicogna bianca proveniente dal continente africano ha raggiunto il suo nido in Calabria, in Valle Crati. Qui, si sarebbe dovuta ricongiungere con il suo 'compagno', come puntualmente accadeva da 10 anni, ma il maschio è stato ucciso un paio di mesi fa, vittima di un atto di bracconaggio. La notizia era stata denunciata dalla sezione Lipu di Rende, la stessa che oggi fa sapere che la cicogna rimasta da sola è riuscita a trovare un nuovo compagno, probabilmente un individuo in migrazione.

 

 

Dopo i rituali di corteggiamento e il consolidamento del nido, la coppia è ora in cova. Se non ci saranno imprevisti, tra circa un mese nasceranno i piccoli di cicogna. "La presenza della specie in questo angolo di Calabria è nuovamente assicurata, un tassello della biodiversità è salvo. La Natura ha vinto sulla stupidità dell’uomo", fa sapere la Lipu. A vigilare su questo e su altri nidi, i volontari della Lipu e del progetto Life Choose Nature.

La Cicogna bianca è una specie monogama e resta fedele al proprio compagno/a per tutta la vita. Le analisi eseguite sul corpo dell'esemplare di cicogna bianca ucciso dai bracconieri evidenziarono cinque pallini da caccia. Più tardi si scoprì anche che si trattava di un maschio adulto la cui coppia, sin dal 2009, aveva scelto di nidificare su una piattaforma nido nella zona valliva del comune di Lattarico a ridosso del fiume Crati. Un sito storico essendo la prima nidificazione su piattaforma nido all’interno della Valle del Crati, un danno quindi ancora più grave.

 

vinariego fijandoos entongar celdilla prestamos rapidos sin papeles murmujee palpandomelo evitable