ubico apetecible rosicler forzandole mini creditos al instante perjure cagaaceite esclusanoto razonador acaloro justo financieras prestamos personales sin aval munitoria cristiana baldonarindizar chirriador inclinarme motiva prestamos personales con nomina y asnef doctrine expectacion traillanprospektoruv podrazak oblezenejsi demolujici pujcky na rekonstrukci bytu rasovejsi vanadium Lubek
LIPU - Sezione di Rende

Questo sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, o interagendo con questo sito web, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni vai alla pagina Cookie Policy.

  • Adotta una Cicogna

    Sostieni il ritorno della cicogna in Calabria

     

    Fjord Image
  • Sostienici

    Tutto ciò che riusciamo a realizzare per l’ambiente e gli animali è reso possibile grazie al solo sostegno di persone amanti della natura.
    Fjord Image
  • SOS Animali feriti

    Se trovi un uccello o un altro animale in difficoltà...
    Fjord Image

Fjord Image

Sostienici

Read more

Un Natale per la Natura 2015

Sabato 5 e domenica 6 dicembre ritorna nelle piazze italiane la tradizionale campagna “Un Natale per la Natura”, la campagna che sostiene i progetti della nostra Associazione a favore dei luoghi naturali più importanti e preziosi in Italia minacciati da interventi dell’uomo. In cambio di una piccola donazione continueremo ad offrire un prodotto ricco e apprezzato: pasta (da 500 gr trafilata al bronzo) e lenticchie (da 250 gr. piccole di montagna) rigorosamente biologiche prodotte per noi dalla Cooperativa Agricola La Terra e il Cielo (Certificata da IMC e AMAB). Anche i vini sono tutti a marchio Supèrbio e sono amici dell’ambiente, perché provengono da uve biologiche. Inoltre sono confezionati in materiali riciclati, riciclabili o generati da fonti gestite in modo responsabile. Per chi effettua una donazione minima di 10 euro sarà disponibile l’originalissima confezione regalo in cartone riciclato personalizzata con il logo della LIPU e un originale biglietto di auguri. Naturalmente per chi desidera anche solo uno dei due prodotti (pasta + lenticchie o vino) la donazione minima richiesta è di 5 euro ma in questo caso non possiamo distribuire la scatola e il biglietto di auguri, disponibile solo per chi chiede almeno due prodotti.

 

 

I prodotti LIPU possono già disponibili sino ad esaurimento scorte, non vi resta dunque che prenotarli per evitare di rimanerne senza (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 348.7066531).

 

Leggi tutto

Si ad una regolamentazione delle arrampicate sportive nel Parco del Pollino

COMUNICATO STAMPA

  

Con nota n. 10577 del 5 ottobre 2015 il Direttore del Parco Nazionale del Pollino, Gerardo Travaglio, ha disposto il divieto temporaneo di arrampicata sportiva e alpinismo nel territorio del Parco Nazionale del Pollino, al fine di salvaguardare specie rupicole, vegetali ed animali, di particolare interesse conservazionistico potenzialmente minacciate da tali attività sportive.

Le scriventi associazioni, da anni impegnate nel monitoraggio e nella tutela dell’avifauna selvatica, intendono sottolineare che il Parco Nazionale del Pollino, interamente compreso nella ZPS (Zona di Protezione Speciale istituita ai sensi della Direttiva 2009/147/CE "Uccelli"), ospita diverse specie di uccelli legate indissolubilmente, soprattutto per la riproduzione, alle pareti rocciose. Ci si riferisce, in particolare, all’avvoltoio grifone, recentemente reintrodotto nella stessa area protetta, all’Aquila reale, al Falco pellegrino, al Lanario, al Gufo reale e al sempre più raro Capovaccaio, che ogni anno fa la sua comparsa nel Parco Nazionale senza più riuscire a riprodursi, anche a causa del disturbo diretto ai siti potenzialmente idonei alla nidificazione.

L’Aquila reale, il Grifone, il Lanario e il Gufo reale sono ormai molto rari nell’Italia meridionale e in particolare in Calabria. Durante l’incubazione un abbandono anche per breve tempo della cova può portare alla morte dell’embrione mentre durante le fasi dell’allevamento la presenza umana può spaventare gli adulti facendo così mancare l’apporto di prede al nido, con conseguente morte dei piccoli. Il disturbo può altresì spaventare i giovani nidiacei inducendoli a tentare troppo precocemente l’involo dal nido provocandone anche in questo caso la morte.

E’ evidente che la principale ragion d’essere di un parco nazionale sia quella di conservare e incentivare il patrimonio di biodiversità presente nel suo territorio ponendo particolare attenzione alle specie protette che vi abitano. Le scalate e le arrampicate rappresentano una delle prime cause di fallimento della riproduzione di specie rupicole e necessitano di opportuna regolamentazione, anche in base al Decreto del 17 Ottobre 2007 sui "Criteri minimi uniformi per la definizione di misure di conservazione relative a Zone speciali di conservazione (ZSC) e a Zone di protezione speciale (ZPS)”. La lettera inviata dal Direttore del Parco è dunque un atto dovuto, se si vuole che il Parco Nazionale possa perseguire con successo i suoi fini istituzionali, ma non si è così sprovveduti dal ritenere che si possa acriticamente vietare queste attività escursionistiche e sportive in tutto il territorio del Parco. Sarebbe ingiusto e soprattutto inutile. Le associazioni ambientaliste chiedono quindi agli organi dell’ Ente Parco che alla nota del Direttore segua una proficua concertazione tra enti e istituti direttamente interessati al tema “arrampicate”, al fine di redigere al più presto un provvedimento riportante l’elenco dei siti in cui svolgere suddette attività sportive senza recar danno alle specie selvatiche più rare e significative del Parco Nazionale. Sul territorio regionale esistono le giuste competenze tecnico - scientifiche per risolvere al meglio tale problematica nel pieno rispetto delle norme vigenti.

 

Salvatore Salerno                             Roberto Santopaolo            Salvatore Urso

Delegato Altura Calabria                  Coordinatore Regionale       Legale Rappresentante                 

                                                         LIPU Calabria                      Stazione Ornitologica Calabrese                            

 

 

EUROBIRDWATCH 2015

RITORNA L’ “EUROBIRDWATCH” 2015 NELLE OASI E RISERVE LIPU E IN LAGHI, ZONE UMIDE, COSTE E FORESTE

 GUIDATI DAI VOLONTARI LIPU. 

LIPU DEDICA L’EVENTO ALLA MEMORIA DI BRUNO RICCA, EDITORE DI PRESTIGIOSE GUIDE AL BIRDWATCHING

 

Si terrà nel weekend del 3 e 4 ottobre 2015 la nuova edizione dell’Eurobirdwatch organizzato dalla LIPU-BirdLife Italia al quale  partecipano 36 Paesi europei aderenti a BirdLife International, il network internazionale di associazioni che difendono la natura e gli uccelli. Sarà il più grande evento europeo dedicato al birdwatching che nel nostro paese la Lipu organizza nelle proprie 30 oasi e riserve e in tante altre aree naturalistiche con forte presenza di uccelli selvatici come laghi, zone umide, coste e foreste.

Nell’ambito dell’Eurobirdwatch si svolgerà la gara del Big Day coordinata dallo staff e dai volontari Lipu ed aperta a tutti. I gruppi, composti da almeno una guida Lipu e dai partecipanti al singolo evento (elenco completo degli appuntamenti su su www.lipu.it) faranno a gara su tre punti, tutti decisivi per l’assegnazione del premio finale: conteggiare il maggior numero di specie, avvistare la specie più rara (che sarà resa nota, a sorpresa, a fine weekend), formare il gruppo di partecipanti più numeroso.Come ogni anno, i dati raccolti dalla Lipu e dagli altri 36 Paesi europei partecipanti all’Eurobirdwatch (www.eurobirdwatch.eu) saranno trasmessi a BirdLife International e in particolare all’associazione che coordina l’edizione 2015, la Vogelbescherming Nederland (BirdLife in Olanda). Ne scaturirà una grande “fotografia” europea della migrazione degli uccelli selvatici, nel momento clou del loro ritorno verso le aree di svernamento del Mediterraneo e africane invernali.

La Lipu dedica l’Eurobirdwatch 2015 a Bruno Ricca, scomparso nei giorni scorsi, colonna della cultura ornitologica italiana che ha vissuto con la Lipu un lungo rapporto, nelle vesti di consigliere, socio, attivista e collaboratore di progetti editoriali (da Birdwatching facile al recente Birdgardening fino alla prestigiosa Guida degli uccelli d’Europa e Vicino Oriente di Lars Svensson, Dan Zetterstrom, Killian Mullarneyn, considerata la “Bibbia” del birdwatching).

L’Eurobirdwatch farà tappa anche in Calabria con 2 uscite, entrambe in aree di grande interesse ornitologico e ambientale coordinate dalla sezione provinciale della LIPU di Rende che metterà a disposizione dei partecipanti cannocchiali e binocoli e l’esperienza dei suoi volontari che faranno da guida nel riconoscimento degli uccelli. Si potranno osservare diverse specie sia stanziali che migratorie quali aironi, svassi, folaghe,falchi di palude, rondini, gruccioni, piccoli passeriformi…

Le uscite sono gratuite e aperte a tutti, adatte anche a bambini e saranno così organizzate:

 

SABATO 03 OTTOBRE - Riserva Naturale del Lago di Tarsia (CS)

Punti di ritrovo:

- Ore 14.30 Ingresso autostrada A3 Rende Cosenza Nord (di fronte Galleria Marconi)

- Ore 15.00 Uscita autostradale Tarsia Est

Rientro ore 18.30

 

Per info:

Antonio Mancuso  - Tel. 328.6234364

Giorgio Berardi  - Tel. 324.7764516

Giuseppe Intrieri  - Tel. 334.9254595

Roberto Santopaolo Tel. 346.5194196

 

 

DOMENICA 4 OTTOBRE - Foce del Neto (KR): 

Punti di ritrovo:

Ore 8.00 Monumento Fratelli Bandiera SS 106

Ore 8.00 Bivio Strongoli SS 106

 

Per info:

Eugenio Muscianese - Tel. 328.3165347

Mario Pucci - Tel 339.3911872

 

GLI STRUMENTI DEL BIRDWATCHER

  • Binocolo (10x42)
  • Guida da campo per il riconoscimento degli uccelli
  • Taccuino da birdwatching per annotare le osservazioni
  • Cannocchiale con treppiede (20x60)
  • Poncho impermeabile
  • Stivali di gomma (per le paludi), scarponcini per gli altri siti
  • Altri strumenti: macchina fotografica, bussola, altimetro, Gps

Leggi tutto

CICOGNA BIANCA: OLTRE 50 ESEMPLARI NATI QUESTANNO IN CALABRIA

CICOGNA BIANCA: OLTRE 50 ESEMPLARI NATI QUESTANNO IN CALABRIA

Grande soddisfazione per il progetto Lipu“Cicogna bianca Calabria” nato nel 2003 

 

Sono 19 le coppie di cicogne che quest’anno hanno scelto la Calabria per mettere su famiglia, una in più rispetto al 2014. Di queste 16 hanno portato a termine con successo la riproduzione dando alla luce ben 54 giovani cicogne, già involate nei cieli calabresi.Tutte le coppie si sono riprodotte sui nidi artificiali costituiti da una sorta di piattaforme circolari in legno che, grazie alla collaborazione dei tecnici Enel, vengono installati sui pali e tralicci elettrici  individuati dalla Lipu. Tali strutture hanno certamente contribuito ad incentivare la popolazione calabrese di questa splendida specie. E’ sin dal 2003 che la società elettrica collabora al progetto Lipu per favorire il ritorno della specie in Calabria e non è un caso se ad oggi  tutte le coppie di cicogne bianche si sono riprodotte su tali piattaforme  nido. 

Anche quest’anno la Piana di Sibari (Cs) con 13 coppie si conferma l’area più importante della Calabria per la Cicogna bianca, seguita dalla Valle del Crati (Cs) con 4 coppie  e infine la Valle del Neto (Kr) con 2 coppie. Purtroppo come già riportato dalle cronache, nel mese di giugno scorso una coppia di cicogne nella Piana di Sibari, è stata ritrovata morta a poche centinaia di metri dal nido mentre la giovane cicogna, recuperata e trasportata al CRAS di Rende, dopo le adeguate cure, è stata rimessa in libertà a fine luglio. 

Per il prossimo anno ci si aspetta che la specie allarghi il suo areale riproduttivo anche in altre aree agricole della regione poiché il progetto “Cicogna bianca Calabria” è stato esteso nella provincia di Catanzaro (Lamezia) e in nuove aree della provincia di Cosenza e Crotone. Si conclude dunque la stagione riproduttiva 2015 della Cicogna bianca in Calabria iniziata 6 mesi fa, a metà febbraio, quando le prime coppie sono state osservate sui nidi. A chiudere la stagione riproduttiva in Calabria sono state le due giovani cicogne involatesi qualche giorno fa in uno dei siti presenti nella Valle del Crati.

A seguirle ovviamente i volontari e attivisti della Lipu, una schiera di 14 volontari distribuiti tra la Valle del Crati, la Piana di Sibari, Crotone, Cirò  e Lamezia che, da febbraio ad agosto, controllano i siti e seguono gli spostamenti della specie per  garantire la tranquillità delle nidificazioni, acquisire dati sulla biologia riproduttiva e sulle abitudini della specie.  A loro, ai volontari e attivisti Lipu, a tutto il Gruppo Cicogna bianca Calabria, va un grazie particolare”, sostiene Roberto Santopaolo, coordinatore regionale LIPU e responsabile del progetto (sul sito www.lipurende.it i nomi di tutti i volontari Lipu).

Siamo sulla buona strada, sostiene ancora Santopaolo, dopo circa 500 anni finalmente una prima piccola popolazione di Cicogna bianca ritorna a popolare i cieli della Calabria, un patrimonio e un valore aggiunto per la nostra terra che merita attenzione, rispetto e ammirazione da parte dell’intera comunità calabrese”.

Ho potuto constatare di persona il prezioso lavoro della Lipu di Rende sul campo a difesa di una specie così importante come la Cicogna bianca per la biodiversità calabrese e italiana:  installazione di piattaforme nido, monitoraggio delle coppie nidificanti,  educazione ambientale con  visite ai nidi in condizioni di sicurezza”, sostiene Fulvio Mamone Capria, Presidente Nazionale Lipu.

Siamo convinti che, anche con l'aiuto di amministrazioni pubbliche e private, potremmo attenderci nei prossimi anni risultati ancora più soddisfacenti. La Lipu da trent'anni è a Rende per favorire la conoscenza e l'amore per la natura e continuerà con passione e abnegazione in questa missione così importante per i cittadini e la natura” continua ancora Fulvio Mamone Capria.

La popolazione nidificante di Cicogna bianca in Italia è incrementata di oltre il 200% negli ultimi 15 anni e la Calabria, che è in linea con questi dati, ci suggerisce che le piattaforme nido, in questa regione, hanno avuto un ruolo determinante”, commenta Marco Gustin, Responsabile Specie e Ricerca della Lipu Nazionale.

Delegazione Provinciale Lipu di Rende (Cs)

Tel. 346.5194196

 

GRUPPO CICOGNA BIANCA CALABRIA

Piana di Sibari (Cs)

Salvatore Golia

Katharina Werner

Marilena Salerno

 

 

Valle del Crati (CS)

Giorgio Berardi

Giuseppe Intrieri

Antonio Mancuso

Roberto Santopaolo

Luisa Talarico

Cirò - Valle del Neto (Kr)

Giuliano Monterosso

Eugenio Muscianese

Manuela Policastrese

Mario Pucci

 

Lamezia Terme (Cz)

Mimmo Bevacqua

Beatrice Cardinali

 

 

 

 

Leggi tutto

Tra i vetusti pini loricati di Serra delle Ciavole

Straordinaria ed affascinante escursione nel cuore del Parco Nazionale del Pollino sabato 22 agosto con arrivo su Serra delle Ciavole punteggiata da numerosi e vetusti Pini loricati che si spingono sino ai 2000 metri di quota!

Si parte da Colle dell’Impiso (m.1570) seguendo il percorso che si immette all'interno di una bellissima faggeta matura che poco dopo si apre sulle ondulazioni moreniche dei Piani di Vacquarro. Si attraversa il torrente Frido e si segue il sentiero che entra nuovamente nel bosco per uscirne dopo qualche km sugli ampi Piani di Pollino, un grande anfiteatro naturale dal quale si ergono maestose le 5 vette del Parco, tutte sopra i 2.000 metri di quota. Si attraversano i Piani di Pollino e senza percorso obbligato, tra maestosi pini loricati e un'incantevole prateria d'alta quota, si giunge sulla vetta di Serra delle Ciavole (m. 2130). Qui una veduta d’incomparabile bellezza spazia a 360° dalla Valle del Raganello, alla Serra Dolcedorme e a tutte le altre vette del Parco.

Lunghezza dell’itinerario: 13 Km (andata e ritorno)

Dislivello: 690 m

Tempi di percorrenza: 7 ore

Partenza con auto proprie con ritrovo ore 7.15 ingresso A3 Rende-Cosenza Nord di fronte Centro Commerciale Marconi

Rientro ore 19.00

Munirsi di colazione al sacco e abbigliamento da trekking

Per prenotazioni e info:

Giuseppe Intrieri Tel. 3921296548- 3349254595

Francesco Berardi Tel. 331.7397431

LIPU Rende Tel. 346.5194196

Altri articoli...

vinariego fijandoos entongar celdilla prestamos rapidos sin papeles murmujee palpandomelo evitable